in ,

Lontano Breton da “Una tartaruga in cucina”

far-breton3

Ho trovato nei miei armadi 2 bottiglie di latte scadute un giorno fa. Ahi, come li uso? Avevo pensato al budino di riso, perché no, e poi all’improvviso mi è venuta l’idea del lontano Breton. Mi sembrava che questa ricetta richiedesse molto latte: 1 litro! Brillante, più di una bottiglia da vendere!

Ho trovato la ricetta su 750g che deriva da “Una tartaruga in cucina”. Metto le prugne nella mia parte anche se il veritiero non ne usa. Ho corretto alcune proporzioni, in particolare per il burro che ho diviso per 2, così come l’estratto di vaniglia che ho sostituito con 1 baccello di vaniglia.

Per 8 persone:

  • 280 g di farina
  • 4 uova
  • 200 g di zucchero
  • 1 litro di latte
  • 60 g di burro
  • 1 baccello di vaniglia
  • 1 tappo di rum
  • alcune prugne

1- Scaldare il latte con il baccello di vaniglia (sgusciarlo e aggiungere il baccello in più). Usa una casseruola molto capiente.

2- Mescolare le uova e lo zucchero con il rum.

3- Quando il latte è caldo, aggiungete la farina poco alla volta, sbattendo per evitare che si formino grumi. Metti tutto in una ciotola capiente e aggiungi il composto di uova e zucchero. Continua a montare.

4- Imburrate una pirofila, aggiungete il preparato. Adagiate sopra le prugne e i noccioli di burro.

5- Preriscaldare il forno al massimo, cuocere per 10 min a questa temperatura poi 40-50 min a 200°.

far-breton4

What do you think?

Written by alduomo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

GIPHY App Key not set. Please check settings

Carrè di agnello arrosto con miele e senape di Reims all’antica

Meringhe vegane (con aquafaba) –